Terapie

Una relazione privilegiata, di rispetto e di complicità, è alla base di tutti i nostri interventi. Facciamo del nostro meglio affinché i nostri pazienti possano beneficiare di:

  • una valutazione personalizzata e un intervento concordato con i genitori, per quanto possibile adatto ai bisogni della famiglia;
  • le spiegazioni necessarie, in un linguaggio accessibile, alla comprensione della problematica del bambino e degli approcci utilizzati durante il trattamento. Gli obiettivi terapeutici sono messi per iscritto e verificabili anche dai genitori;
  • un lavoro di équipe con professionisti che già lavorano assieme al bambino (pediatra, logopedisti, docenti, docenti di sostegno);
  • un trattamento utile, in un ambiente ludico e tramite delle attività pianificate in funzione della motivazione e degli obiettivi terapeutici;
  • delle idee di attività da eseguire nel tempo libero e a casa, per aumentare le competenze quotidiane del bambino e farlo evolvere il più rapidamente possibile.

I trattamenti di ergoterapia sono riconosciuti dalla LaMal e dalla Assicurazione Invalidità (AI), a condizione che siano prescritti da un Medico.

Valutazione

In un primo tempo raccogliamo delle informazioni sulle risorse, le incapacità e la situazione del bambino. Abbiamo a disposizione diversi strumenti: la discussione con il bambino e i suoi genitori, l’esecuzione di valutazioni standardizzate, l’osservazione del bambino in situazioni concrete, come per esempio durante la scrittura, la copia alla lavagna, la pianificazione di attività costruttive, i giochi e le attività motorie.

Le informazioni raccolte permettono all’ergoterapista, al pediatra e ai genitori di discutere le difficoltà del bambino e di stabilire gli obiettivi terapeutici, le priorità e la frequenza del trattamento. Al termine del processo di valutazione, un rapporto di ergoterapia viene stilato dall’ergoterapista e inviato ai collaboratori coinvolti.

La valutazione in ergoterapia è prescritta dal pediatra, dura due sedute ed è rimborsata dalle Casse malati.

Intervento

Diversi metodi e approcci terapeutici sono a disposizione della ergoterapista, secondo l’età, le difficoltà e gli obiettivi da raggiungere.

Durante le sedute utilizziamo principalmente il gioco, motore di apprendimento prediletto in età pediatrica per stimolare lo sviluppo delle funzioni deficitarie. I bambini sperimentano e progrediscono attraverso delle attività ludiche (o presentate come tali), scelte minuziosamente in funzione degli obiettivi di terapia e delle motivazioni.

L’intervento in ergoterapia implica a volte delle raccomandazioni che permettono di adattare il compito o l’ambiente. Queste raccomandazioni servono ad attenuare o a eliminare gli ostacoli, affinché il bambino possa continuare la sua vita abitudinale nel modo più autonomo, produttivo e soddisfacente possibile, malgrado le limitazioni temporanee o durature.
Talvolta suggeriamo ai genitori delle idee di gioco e di stimolazione, che possono aiutare il bambino a evolvere in modo più rapido.

Proponiamo inoltre dei gruppi, per esempio per imparare ad andare in bicicletta senza rotelline. Questi gruppi hanno luogo in generale durante le vacanze scolastiche.